Il Girasole
 

è una pianta originaria dell’ America Meridionale.
La parola originaria è Helianthus Annuus, derivante da due parole greche “helios” e “anthos” che indicano rispettivamente sole e fiore.
Ciò che rende questa pianta molto particolare è l’eliotropismo, ossia il fiore segue i movimenti del sole dall’alba al tramonto. Da qui nasce il nome “girasole”.
Numerosi ricercatori sostengono che già dalla civiltà degli Incas la pianta del girasole veniva coltivata e non solo.
Il girasole non era ritenuto soltanto un immagine di prosperità ma una vera e propria icona religiosa del loro Dio sole.
Questa pianta sbarcò in Europa intorno al 1500 grazie al condottiero spagnolo Francisco Pizarro, varcando le porte della storia e lasciando un segno indelebile nel vecchio continente.
Dai giardini del re sole Luigi XIV, ai dipinti di Van Gogh, fino a giungere in Italia nei versi di D’annunzio e Montale.
Il girasole aveva conquistato l’ intera Europa.
I ricercatori iniziarono ad analizzare questa fantastica pianta riscoprendo proprietà curative, lenitive e rilassanti oltre ad essere consumati come cibo, ricchissimo di vitamine e sali minerali.

Questa pianta, bella come il sole e dal color oro, ha attirato non poche attenzioni dei ricercatori di tutto il mondo passati e odierni.
Le numerose proprietà e i benefici sono presenti nel cuore della pianta, nei famosi semi di girasole.

Noi di biofabene, abbiamo deciso di proporre prodotti eco-bio con ingredienti naturali come i semi di girasole, uno degli elementi essenziali del benessere psico-fisico.
Quel benessere psico-fisico che nasce dalla necessità di risolvere problemi giornalieri che affannano e impensieriscono le nostre giornate.
 

1. Ideale per la cura degli occhi

I semi di girasole sono ricchi di vitamina E e antiossidanti che proteggono le cellule del nostro corpo, apportando benefici ai nostri occhi.
I nostri occhi, lo specchio della nostra anima, sono stressati da azioni prolungate davanti a computer, smartphone e non solo, con conseguenze quali infiammazione agli occhi, stanchezza eccessiva, emicrania.
Concedergli una “vacanza” con l’ utilizzo di prodotti naturali non sarebbe una cattiva idea.

2. Rilassa il sistema nervoso  

I semi di girasole sono raccomandati dai migliori esperti del pianeta come rimedio contro lo stress e ansietà. Rilassa il sistema nervoso, permettendo di migliorare la propria vita sociale, lavorativa e guadagnandone in salute.
 

3. Tutela la salute del cuore

Gli studi hanno inoltre dimostrato che le persone che hanno consumato una buona quantità di vitamina E, risultano essere molto meno esposte al rischio d’ infarto.
Riducendo il colesterolo presente nel sangue e abbassano la pressione sanguigna.

 

4. Un fedele alleato contro il cattivo umore

Secondo recenti studi, i semi di girasole con i benefici del magnesio, migliorano
l ‘umore prevenendo gli stati di depressione.
Dopo tutto, un icona Inca del dio sole, simbolo di abbondanza e prosperità non può che illuminare il vostro umore.
 

5. Ottimo rimedio per la pelle e i capelli

I semi di girasole presentano proprietà che facilitano più velocemente la crescita dei capelli.
Risolve il problema dei capelli spenti, sfibrati, secchi e senza definizione,rendendoli luminosi e ordinati.
I prodotti per capelli che presentano come ingredienti i semi di girasole, rigenerano i capelli stressati da prodotti chimici,tinte chimiche, piastra e usi che li danneggiano se non adeguatamente protetti.
Le proprietà antiossidanti permettono di mantenere la pelle fresca, elastica, morbida, nutrendola. Previene e rallenta l’invecchiamento cutaneo.

 

6. Alimento brucia grassi e senza glutine

I semi di girasole non contengono glutine, sono adatti ai celiaci e sono ricche di calorie. Pensate che 100 grammi equivalgono a 557 calorie!
Ma, nonostante le calorie che apporta, i semi di girasole aiutano a bruciare i grassi, aumentando il senso di sazietà e con la presenza di sostanze che favorisce l’aumento della massa magra. Ideale per chi pratica sport.

 

Consigli:

I semi di girasole stanno riscoprendo una nuova vita in ambito culinario.
Sempre più ricette presentano l’ utilizzo di questi prodigiosi semi, sia interi che utilizzati come olio.
I semi vengono tostati e salati, per utilizzo più svariato.
Possono essere una valida alternativa ai pinoli, può essere utilizzato nell’impasto del pane, grissini, per dar un tocco di gusto e esoticità a contorni, zuppe e tante altre pietanze.
In campo cosmetico è ideale per ridare luminosità ai capelli e ringiovanendo la pelle, rendendola elastica e tonica.
 

7. Ottimo supporto in gravidanza e menopausa

I semi di girasole sono validi alleati per la salute delle donne pre e post parto.
Ricchi di ferro, magnesio e acido folico, molto importanti durante la gravidanza affinché il bambino cresca sano.
Il magnesio e il rame invece sono davvero molto utili durante la menopausa, perché rafforzano le ossa che possono diventare fragili.

 

8. Proprietà anti-infiammatorie

La vitamina E presente nei semi di girasole, è un antiossidante primario per il corpo.
Questa vitamina viaggia in tutto il corpo, neutralizzando i radicali liberi, e prevenendo infiammazioni come l’artrite.

 

Come ogni cosa, non bisogna abusarne

I semi di girasole, se utilizzati in maniera eccessiva, possono portare ad allergie.
Inoltre, in alcune varietà di semi, è presente una dose di sale, che può portare ad un aumento del rischio di pressione alta.
Essendo un alimento molto ricche di calorie, viene utilizzato per aumentare la massa muscolare. Ma non bisogna consumarne in misura eccessiva perché può essere causa di un aumento di peso. Bisogna masticare bene i semi di girasole per evitare i rischi di soffocamento, soprattutto nei bambini.
I semi di girasole sono sconsigliati per i bambini al di sotto dei 5 anni.

 

Sapevate che…

Ogni girasole ha circa 2000 semi e ci sono 70 specie diverse sparse in tutto il mondo.
La pianta di girasole più alta al mondo, di ben 9,17 metri, è stata trovata in Germania, coltivata da Hans- Peter Schiffer.
In Giappone, sono stati piantati milioni di girasoli per assorbire le radiazioni nucleari dopo il devastante tsunami che ha danneggiato i reattori della centrale nucleare di Fukushima.

 

Ma come si estrae l’olio di semi di girasole??

I semi di girasole, presenti nel cuore della pianta, vengono estratti prevalentemente quando raggiungono un colore scuro.
Una volta estratto e svolto il processo di setacciatura e sgusciatura, si passa al processo di macinazione dei semi.
Il passo successivo è la fase di riscaldamento e pressatura dei semi.
L’olio che se ne ricava subirà dei processi di raffinazione per ottenere un olio di semi pronto per il commercio.

 

Marcello Paglialonga – Biofabene.it

 

1 response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *