L’ Eufrasia
 

è una pianta originaria delle zone alpine del Nord Europa.
Il termine “eufrasia” deriva dal greco “euphrosyne” che significa gioia, felicità.
E’ una pianta che fiorisce in estate e il disegno del fiore ricorda un po la forma dell’occhio.
L’eufrasia presenta numerosi benefici principalmente per il nostro viso ma anche per il corpo.

 

Wow, che benefici!

 

1.Cura del contorno occhi

Questa pianta principalmente cura i diversi disturbi oculari, troppe volte trascurati.
Eccessiva stanchezza dell’occhio, bruciore, fastidio sono tutti allarmi del nostro corpo.
Ridimensiona le tante odiate occhiaie, borse sotto gli occhi e le rughe sul viso.
L’ eufrasia è ideale per la combattere le diverse infiammazioni oculari, idratando e donando finalmente lucentezza ai nostri amati occhi.
Permette di curare in maniera naturale la miopia, presenta una potente azione anti-allergica ideale per chi, a causa delle allergie stagionali, presenta occhi irritati, arrossati e gonfi.

 

2.Cura del viso

Per via delle sue proprietà addolcenti ed emollienti, l’ eufrasia viene utilizzata come ingrediente in cosmetica.
Permette di ritrovare il giusto equilibrio della bilancia del benessere, lenendo arrossamenti e irritazioni, ideale per pelli sensibili.

 

3.Migliora la memoria

I flavanoidi e il beta carotene presenti nell’ Eufrasia permettono di migliorare le prestazioni cognitive, rafforzando la memoria.
Bere una tazza di tè all’eufrasia permette di migliorare la perdita graduale di memoria.

 

4. Rimedio contro le allergie

L’ Eufrasia è considerata un ottimo rimedio per il trattamento di allergie e disturbi respiratori.
I flavonoidi e altri composti presenti nell’ eufrasia possono aiutare nel trattamento di allergie stagionali, tosse, congestione al petto e stati di raffreddamento.

 

5. Rimedio anti-infiammatorio 

Non solo viene utilizzato per gli occhi ma cura efficacemente stati infiammatori che portano a tosse, raffreddore, dolori articolari.
Molto utile per i suffimigi, la ricchezza di iridoidi, flavanoidi e tanni presenti nella pianta sono sostanze utili per combattere batteri e infiammazione.

6. Cura del fegato

Le proprietà dell’ eufrasia permettono di curare la salute del fegato, inibendo l’azione di microbi e batteri che possono portare a malattie epatiche.
Viene ritenuto anche un ottimo disintossicante del nostro amato corpo, aumentando il nostro benessere psico-fisico.

 

Consigli:

Per curare stati di irritazione agli occhi, raffreddamento e allergie stagionali, suggeriamo di preparare il tè all’ Eufrasia.
Basterà una bustina di foglie secche da immergere per 5 minuti in una tazza di acqua bollente. Bere due o tre volte al giorno.
L’ infuso di Eufrasia è ideale per disturbi gastrointestinali.
Basteranno pochi grammi di questa erba da immergere nell’acqua bollente, filtrandola dopo una decina di minuti.
La tisana è da bere un paio di volte al giorno.
In caso di irritazione agli occhi dovuto a stress, stanchezza, stati di raffreddamento e allergie stagionali, consigliamo di utilizzare prodotti naturali che curino il contorno occhi.
 

Come ogni cosa, non bisogna abusarne

Non sono presenti particolari controindicazioni.
Per evitare potenziali rischi di infezione si consiglia di sciacquarsi bene gli occhi prima di utilizzare prodotti all’ eufrasia.
E’ possibile una reazione allergica e se utilizzata internamente in una dose eccessiva può causare mal di testa e nausea.

 

Eufrasia, che storia!

Eufrosine è una figura greca raffigurante una delle tre grazie, figlie di Zeus, indicanti felicità, splendore e prosperità.
La pianta è composta da fiori di color bianco, con striature violacee e una macchia rotonda di color giallo.
Consigliato per problemi agli occhi dal botanico greco Teofasto (IV secolo a.c) e dal medico greco Dioscoride (I secolo a.c), ha ricevuto poche attenzioni, fino a che non furono scoperte nel XIV secolo le proprietà medicamentose per la cura di tutte le malattie e fastidi degli occhi.
Nel Medioevo l‘Eufrasia veniva utilizzata come incenso per riti spirituali mentre in campo agricolo non era molto amata perché inibiva la crescita di altre piante riducendo la resa del raccolto.
Il nome di “Euphrasia” fu introdotto dal botanico Linneo nel 1735 nella classificazione scientifica delle piante.
Nel XVIII secolo l’ Eufrasia iniziò a ricevere delle particolari attenzioni alla corte della regina Elisabetta come tè.
Noi di biofabene, abbiamo deciso di proporre prodotti eco-bio con ingredienti naturali come l’ eufrasia, uno degli elementi essenziali del benessere psico-fisico.
Quel benessere psico-fisico che nasce dalla necessità di risolvere problemi giornalieri che affannano e impensieriscono le nostre giornate.

 

Sapevate che…

Secondo la teoria della segnatura di Paracelso, medico e alchimista vissuto intorno al 1500, la forma e i colori delle piante indicano ciò che prevalentemente curano.
L’eufrasia, con la sua forma ad occhio, è nota per la sua cura del contorno occhi, largamente trascurata ma così importante.
Confermato anche da un articolo del Journal of Herbal Pharmacotherapy, il melograno presenta delle proprietà benefiche per i denti.
I semi di melograno ricordano la disposizione dei denti, che seguono un certo ordine e sono molto vicini tra loro.
Il frutto all’interno della noce ha la forma che somiglia molto al nostro cervello.
Le vitamine e le sostanze presenti sono ideali per il nostro sistema nervoso.

 

Ma come si estrae l’oleolito di eufrasia??

Per realizzare l’oleolito di eufrasia occorre seguire determinati procedimenti passo dopo passo.
Una volta colta la pianta, fatta essiccare per qualche giorno, riporre delicatamente in un barattolo di vetro trasparente.
Poi riempire il barattolo di olio, facendo attenzione a ricoprire interamente la pianta essiccata.
Chiudere con cura ed ermeticamente il barattolo e macerare per trenta giorni.
Dopo un mese circa, l’olio presentera i principi attivi noti dell’eufrasia.

 

Marcello Paglialonga – Biofabene.it

 

Lascia un commento